Contributi a favore delle attività commerciali e degli agenti di commercio – Edizione 2013

(INFORMATIVA DEL 05.05.2013)

TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO:
Provinciale – CCIAA DI TREVISO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:
Bando – delibera di Giunta CCIAA n.71 del 12 aprile 2013


SCADENZA:
Le domande devono essere inviate dal giorno 20.09.2013 al 30.09.2013

DESTINATARI:
Ditte/attività commerciale con sede in provincia di Treviso:
a) commercio al dettaglio in sede fissa (max 400 mq);
b) alberghiera (comprese le attività di affittacamere e di locanda)
c) tabaccherie;
d) edicole;
e) commercio al dettaglio ambulante;
f) agente e/o di rappresentante di commercio. No procacciatore d’affari emediazione.

FINALITÀ:
Migliorare le condizioni di competitività del settore commerciale, sostenendo gli investimenti intrapresi dai negozianti al minuto, dai pubblici esercenti, dai commercianti su aree pubbliche e dagli agenti e/o rappresentanti di commercio.

PROGETTI AMMISSIBILI:
A. Per le ditte esercenti attività di commercio al minuto in sede fissa, attività alberghiera, della ristorazione, della somministrazione, tabaccherie ed edicole:
1) interventi di ammodernamento finalizzati al miglioramento degli arredi, delle attrezzature strettamente connesse allo svolgimento delle attività previste dal disciplinare, delle vetrine (compresi i relativi infissi, porte, finestre e illuminazione se parti integranti delle stesse vetrine), dei sistemi di sicurezza anche riguardanti aree esterne destinate a parcheggio per i clienti;

2) a) ideazione, realizzazione, messa in rete, implementazione ed aggiornamento di siti Internet aziendali, comprese le spese per la registrazione di domini, per l’attivazione di connessioni Internet di tipo PSTN, ISDN e ADSL e per l’acquisizione/personalizzazione di specifici software; non sono ammissibili spese per l’acquisto di attrezzature hardware e periferiche;

b) azioni di promozione mirata sui motori di ricerca della rete e di indicizzazione dei siti Internet di cui alla precedente lettera a);
c) realizzazione di sistemi di E-Commerce Business to Business e/o Business to Consumer per l’esecuzione di transazioni di acquisto e/o vendita on line.
Nel caso delle attività miste saranno considerate unicamente le spese relative ad investimenti strettamente connessi all’attività commerciale.
Nel caso di interventi misti, cioè di interventi funzionali contemporaneamente ad attività ammissibili e ad attività non ammissibili il contributo sarà ridotto del 50%.

Sono escluse, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le spese riguardanti:
– gli acquisti di hardware;
– gli impianti generali (ad es. riscaldamento, condizionamento, aspirazione, depurazione dell’aria e impianti elettrici);
– gli impianti multimediali, compresi i televisori (anche se finalizzati alla presentazione dei prodotti all’interno e/o all’esterno degli esercizi commerciali);
– gli infissi interni ed esterni, le porte e le finestre, eccetto quanto sopra disposto circa le vetrine;
– i divisori in cartongesso o simili;
– le pavimentazioni e le tinteggiature;
– gli interventi da realizzare nelle aree destinate a magazzini, parcheggi, piazzali esterni;
– gli interventi strutturali (opere edili);
– gli acquisti di distributori automatici di alimenti e bevande.
N.B. : Tutte le attrezzature devono essere nuove.

LA SPESA AMMISSIBILE:
La spesa complessiva ammissibile:

> per gli interventi descritti al punto 1) deve essere pari o superiore ad € 3.000,00 al netto di IVA.
L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo in conto capitale pari al 30% della spesa (contributo che diventa del15% nel caso di acquisto di distributori automatici per tabacchi) per un massimo di € 8.000,00;

> per gli interventi descritti al punto 2) deve essere pari o superiore ad € 2.000,00 al netto di IVA. L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo in conto capitale pari al 50% della spesa, per un massimo di € 3.000,00.
In ogni caso il contributo complessivo massimo erogabile a ciascuna azienda non potrà essere superiore a € 8.000,00.

B. per le ditte esercenti attività di commercio al dettaglio ambulante:

> acquisto del veicolo commerciale nuovo completo del relativo allestimento, nonché acquisto delle attrezzature connesse all’attività; è equiparabile al nuovo unicamente la compravendita con formula “Km 0”.
La spesa complessiva ammissibile deve essere pari o superiore ad € 2.500,00, al netto di IVA. L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo in conto capitale pari al 20% della spesa, per un massimo di € 4.000,00.

C. per gli agenti e/o rappresentanti di commercio:
acquisto dell’autoveicolo nuovo, purché si tratti di primo autoveicolo o di sostituzione dell’unico mezzo già esistente (non è ammesso l’acquisto finalizzato all’ampliamento del parco auto). Sono escluse le auto il cui prezzo è superiore a € 40.000,00 (per prezzo si intende il costo dell’auto riportato in fattura comprensivo di eventuali accessori, tasse escluse) al netto di IVA; è equiparabile al nuovo unicamente la compravendita con formula “Km 0”.

> La spesa complessiva ammissibile deve essere pari o superiore ad € 5.000,00, al netto di IVA e al netto di spese di immatricolazione e/o di passaggio di proprietà, di eventuali incentivi e/o eco-incentivi e di rientri dell’usato. L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo in conto capitale pari al 20% della spesa, per un massimo di € 3.000,00, che diventa del 30% della spesa, per un massimo di € 3.500,00 qualora si tratti dell’acquisto di auto ecologica (GPL, metano, ecc.). Qualora il richiedente svolga anche altre attività,il contributo sarà ridotto del 50%. [/ul]


ENTITÀ DEL FINANZIAMENTO:
Il bando è dotato di un fondo complessivo di € 280.000,00 così suddiviso:

1 – € 210.000,00 destinati alle categorie indicate ai punti a) b) c) d) ed e) della voce “Destinatari”, di cui € 50.000,00 esclusivamente per gli interventi descritti al punto 2 della voce”Interventi ammissibili”;
2 – € 70.000,00 destinati alla categoria indicata al punto f) della voce “destinatari”.



VINCOLI:
Per nessuna categoria di attività è ammesso l’acquisto in leasing.
Gli interventi ammissibili a contributo potranno essere avviati solo a partire dalla data del 30.04.2013 e dovranno essere conclusi entro il termine perentorio del 30.09.2013 e comunque entro la data di presentazione della domanda; in ogni caso, l’avvenuta realizzazione degli interventi stessi non conferisce di per sé alcun titolo preferenziale per l’ottenimento dei contributi previsti dal presente bando.



STRUTTURA DI RIFERIMENTO:
Commissione nominata dalla Giunta della CCIAA Treviso.

Per ulteriori informazioni su questa opportunità, contattare direttamente il Dott. Federico Sambuco, Amministratore di MAGNOLIA S.r.l.
Cell. 338 948 93 50
Sede di Treviso – Via Spiera 12 – 31100 Treviso
e-mail: sambucofederico@tin.it